mercoledì 31 ottobre 2012

«USCIRE DALL'UNIONE PER USCIRE DAL CAPITALISMO»

Alessandro Mustillo
«Superare le divisioni, restare comunisti»

Anna Lami intervista Alessandro Mustillo

Pubblichiamo questa intervista ad Alessandro Mustillo, segretario del Fronte della Gioventù Comunista, comparsa negli scorsi giorni sul sito Megachip.info, interessante per diversi aspetti. Il Fronte della Gioventù Comunista era una delle realtà presenti nel No Monti Day il cui spezzone si distingueva per partecipazione giovanile e compattezza militante. Nato da un appello di Senza tregua, collettivo studentesco romano, il Fronte della Gioventù Comunista “ha marcato come propria caratteristica fondamentale l’autonomia dai partiti esistenti” come si può leggere nel documento fondante dell’organizzazione. Si tratta inoltre dell’unica organizzazione giovanile attualmente presente nel panorama italiano che pone esplicitamente la questione dell’uscita dall’Unione europea. Alessandro Mustillo fa parte della Direzione nazionale di Comunisti Sinistra Popolare, l'organizzazione italiana più vicina al Kke di Grecia.

Continua »

Print Friendly and PDF

martedì 30 ottobre 2012

MPL (44): UN GIUDIZIO SULLE ELEZIONI SICILIANE

Un ciclone che non ha travolto solo l'ammucchiata montiana

Segreteria nazionale pro tempore del Mpl


Che dalle elezioni siciliane potesse venire una spallata decisa contro il sistema politico era nell’ordine delle cose. Essa è stata più potente del previsto, ed ha preso due forme: l’astensione di massa e il voto massiccio al M5S.

Continua »

Print Friendly and PDF

lunedì 29 ottobre 2012

DENTRO IL NO MONTI DAY


No Monti Day, corteo contro il governo del professore

Video non trovato

No Monti Day, in 150 mila a Roma contro il governo del professore.
Dagli inviati Coralba Giannico e Simone di Tola. 28 ott. 12

Prodotto e pubblicato da abruzzolive.tv

Continua »

Print Friendly and PDF

domenica 28 ottobre 2012

NO MONTI DAY: A MO' DI BILANCIO

Lo striscione del Mpl ieri a Roma al No Monti Day
Ciò che resta della sinistra ha rialzato la testa
E dopo? 


Quanti eravamo? Abbastanza, visto il quadro sociale e politico, segnato dalla momentanea stabilizzazione della crisi del debito e dalla apparente forza del Governo Monti che sta riuscendo nel tentativo di far credere che suo è il merito di aver domato lo spread.

Continua »

Print Friendly and PDF

sabato 27 ottobre 2012

LA SCIVOLATA DI GRILLO, I FORCONI E LO TSUNAMI SICILIANO

Il simbolo dei Forconi
Siciliani nemici dei siciliani

di Daniela Di Marco 

Ieri, giorno di chiusura della campagna elettorale, in Sicilia sono andati in scena i big della politica. La parata è iniziata con il segretario nazionale del Pdl Angelino Alfano, a sostegno di Nello Musumeci; il leader dell’Udc Pierferdinando Casini a Enna, Caltanissetta e Agrigento, insieme al segretario regionale del partito Gianpiero D’Alia a sostegno del candidato Rosario Crocetta. 
Il leader Idv Antonio Di Pietro, che sostiene la candidata Giovanna Marano, in mattinata era a Messina. Nel pomeriggio Dario Franceschini (Pd) ha tenuto la sua conferenza stampa a Palermo. Il leader di Fli e presidente della Camera Gianfranco Fini, è stato a Palermo e Trapani per sostenere Gianfranco Miccichè. Dulcis in fundo, di sera hanno sfilato a Palermo il leader dei Verdi Angelo Bonelli e il segretario nazionale del Prc, Paolo Ferrero, per sostenere la candidata Giovanna Marano.

Continua »

Print Friendly and PDF

venerdì 26 ottobre 2012

DUE FATTI IN DUE GIORNI


Non tutti i mali vengono per nuocere

di Piemme

Sotto una pioggia prevista battente, questo fine settimana, avvengono due fatti importanti, connessi tra loro malgrado ogni apparenza. In ordine: la manifestazione No Monti Day, e le elezioni per il Parlamento siciliano. 

Continua »

Print Friendly and PDF

giovedì 25 ottobre 2012

L'EUROPA, OVVERO IL SUICIDIO DELLA SINISTRA

Claus Offe
«L'Unione europea e l'euro alimentano nuovi fascismi»

Intervista a Claus Offe*

Il tedesco Offe non poteva esprimere meglio la posizione grottesca in cui si trovano le sinistre europeiste. Si prende atto del fallimento dell'euro, che la democrazia viene uccisa dalle plutocrazie dominanti, e che questo fatto alimenta i nuovi fascismi. Per poi concludere che il solo modo di sventare questa minaccia è... restare assoggettati a queste plutocrazie. A testimonianza che queste sinistre non sono più portatrici di istanze alternative, nemmeno "riformiste".

Continua »

Print Friendly and PDF

mercoledì 24 ottobre 2012

LA MATTANZA DELLE DONNE

Non mimose ma... pugnalate

Di Maria Ingrosso

Femminicidio: è il termine coniato dalle Nazioni Unite con il quale si è deciso di designare quello che ormai è un male endemico dell'umanità: la violenza quotidiana esercitata sulle donne, di qualunque età e condizione sociale e di qualunque latitudine esse siano. Questo orrore non sconosciuto nelle epoche precedenti è diventato un cancro metastatizzato dei nostri tempi e dei nostri giorni, in linea con la devastante crisi morale e culturale che avvelena la società, occidentale in particolare, e sappiamo anche bene perchè. Le cifre che lo riguardano sono agghiaccianti: dall'inizio dell'anno 101 vittime solo nel nostro Paese; una ogni due giorni. I delitti avvengono con una "regolarità" esacerbante e impressionante, sempre compiuti da mariti, compagni, fidanzati ( o aspiranti tali ) o ex mariti, compagni, fidanzati.

Continua »

Print Friendly and PDF

lunedì 22 ottobre 2012

PERCHE’ QUESTO MORTORIO SOCIALE?


Clicca per ingrandire

Su quali fattori deve basarsi la linea di condotta dei rivoluzionari?

di Moreno Pasquinelli

Prendo lo spunto da discussioni avute con compagni e amici accomunati da un rifiuto radicale dell’esistente, come dal disprezzo per il sistema e le élite che detengono il monopolio assoluto dei poteri. Si tratta di persone molto diverse fra di loro, per livelli ci cultura per convinzioni politiche, ed infine per estrazione sociale.

Continua »

Print Friendly and PDF

domenica 21 ottobre 2012

PROTEZIONISMO E RETORICA EUROPEISTA

Emiliano Brancaccio
E' il liberoscambismo che ci porta verso il baratro

di Emiliano Brancaccio*

«E’ dunque proprio un incondizionato liberoscambismo, soprattutto in tempi di gravissima crisi economica, che rischia di alimentare le peggiori pulsioni nazionaliste».

Continua »

Print Friendly and PDF

sabato 20 ottobre 2012

MONTI: PIÚ BUGIARDO DI BERLUSCONI

La prima pagina del Secolo XIX del 30 dicembre 2001
Nessuna nuova manovra?
Ecco l'ennesima stangata: il Ddl «stabilità»

di Leonardo Mazzei


Il "tecnico" Monti si dimostra un "fine politico", ovvero un bugiardo di prima cartella. In ben tre occasioni aveva assicurato che  dopo il "Salva Italia" non ci sarebbero state più "manovre". Ve le rammentiamo: il 30 dicembre 2011, il 20 febbraio 2012 e poi il 20 luglio. Il bello è che la ripetuto ieri,19 ottobre, a Bruxelles in occasione del Vertice europeo: «Non prevediamo una manovra aggiuntiva. Se la congiuntura peggiora il disavanzo nominale peggiorera' un po' ma non quello in termini strutturali, e quindi non c'e' ragione per una manovra aggiuntiva" e non ci sara' "alcuna deviazione dagli obiettivi di bilancio». E' proprio il caso di toccare ferro. Lupus infabula.

Continua »

Print Friendly and PDF

venerdì 19 ottobre 2012

MPL (43): CARTA DEI PRINCIPI


Oltre il capitalismo
i 9 concetti basilari del Mpl

Approvata nel giugno scorso dal Coordinamento nazionale, questa «carta dei Principi» verrà sottoposta al vaglio della Prossima assemblea nazionale costitutiva del Mpl.

«I principi su cui si fonda il Movimento Popolare di Liberazione (MPL) vengono di seguito elencati e definiti in nove concetti base che devono essere considerati la nostra visione del mondo e la nostra stella polare. 

Continua »

Print Friendly and PDF

mercoledì 17 ottobre 2012

SE SI TORNASSE ALLA LIRA QUANTO VARREBBE?

La svalutazione della lira del 1992 non causò inflazione
(clicca per ingrandire)

Contro lo spauracchio della svalutazione


Da fautori dell'uscita dall'euro e della riconquista della sovranità monetaria (senza la quale è arduo parlare di sovranità politica e di democrazia) siamo intervenuti più volte contro il vero e proprio terrorismo ideologico degli "euristi". Per questi ritorno alla lira significherebbe svalutazione alle stelle e iper-inflazione. Ritorniamo sull'argomento pubblicando un brillante e conciso articolo. Abbiamo solo aggiunto una Tabella (in alto) sull'andamento dell'inflazione dopo la svalutazione della lira del 1992 e l'uscita dallo Sme (Sistema monetario europeo, con cambi praticamente fissi). Come si vede non c'è stato alcun automatismo tra svalutazione e inflazione.

Continua »

Print Friendly and PDF

GLI AMERICANI E IL M5S

«Che farete se andate al governo?»
Quattro chiacchiere al consolato americano

di Tiziano De Simone*

Volentieri pubblichiamo, sulla scia del pezzo di ieri, questa istruttiva e sincera cronaca del secondo incontro tra una delegazione del M5S e personale del Consolato USA di Napoli.

Continua »

Print Friendly and PDF

martedì 16 ottobre 2012

L'ASCESA DEL M5S


Se gli americani si occupano dei "grillini"

Secondo alcuni sondaggi il M5s è oramai, nelle preferenze di voto, il secondo partito dietro al Pd. Chi si rifiuta di vedere che l'ascesa del "grillismo" —figlia della grande crisi italiana— implica un vero e proprio terremoto politico, è destinato o a rompersi la testa o ad essere spinto ai margini della scena. Occorre invece, se si vuole davvero cambiare la sorte di questo paese, proiettarsi nel contesto sociale e politico futuro. Noi abbiamo detto cosa pensiamo del M5S, che malgrado limiti e ambiguità, la sua ascesa è positiva poiché, per adesso, è il principale fattore di disturbo per il potere. Ci pare utile segnalare ai lettori come viene visto il "grillismo" dal centro dell'Impero.* 

Continua »

Print Friendly and PDF

lunedì 15 ottobre 2012

MPL (42): 27 OTTOBRE: NON SIA UNA PASSEGGIATA


Alcuni hanno scambiato la nostra posizione critica rispetto alla piattaforma e alle modalità con cui è stata indetta la manifestazione No Monti Day* (vedi qui) come un'adesione fiacca o, addirittura, poco convinta. E' esattamente il contrario.

Continua »

Print Friendly and PDF

domenica 14 ottobre 2012

ELEZIONI IN SICILIA (3)

Mariano Ferro
LA PAROLA A MARIANO FERRO

di Daniela Di Marco

Clicca qui e fai una donazione al Movimento dei Forconi

«Ecco perché ci arrabbiamo. Ci arrabbiamo e diciamo che se continua ancora così, il 16 gennaio 2013 è già pronto. La Grecia sta per ripartire, la Spagna altrettanto, la Sicilia sarà dietro perché i Forconi saranno coi greci e gli spagnoli».

Continua »

Print Friendly and PDF

sabato 13 ottobre 2012

OGGI LE CAROTE DOMANI SI VEDRÀ

Milano: 12 ottobre
Cosa ci dice la mobilitazione degli studenti?

Ieri in molte città italiane sono scesi in piazza gli studenti. Molti di più quelli delle scuole medie, meno gli universitari. Non dappertutto i cortei sono stati partecipati. Di più nelle grandi città metropolitane.

Continua »

Print Friendly and PDF

venerdì 12 ottobre 2012

CI ANDIAMO A VOTARE?

Oppure no

di Piemme

I sondaggi vanno presi con le pinze, ma qualcosa su come la pensano gli italiani ce lo dicono. L'ultimo di Demopolis ci dice tre cose principalmente: (1) che la fiducia degli italiani nei partiti è crollata al 3%; (2) che i potenziali astenuti continuano a crescere, sono al 32%; (3) che il M5S è virtualmente il secondo partito dietro al Pd, col 18% dei voti.

Continua »

Print Friendly and PDF

giovedì 11 ottobre 2012

VENEZUELA: UNA VITTORIA SUDATA, UNA VITTORIA MERITATA

Riflessioni sul socialismo

di Campo Antimperialista


Domenica 7 ottobre 2012 è una data che resterà nella storia del Venezuela. Con un robusto 54% dei voti (contestualmente ad una percentuale di votanti superiore all’80%!) Hugo Chavez ha battuto l’avversario Henrique Capriles, che si è fermato al 45%. In un sistema, e questo va detto, fortemente presidenzialista, Chavez si appresta così al suo quarto mandato —nel febbraio 2009 il referendum vinto per un pelo rendeva illimitati i mandati di un Presidente. Si tratta di una vittoria che ha del miracoloso e per diversi motivi.

Continua »

Print Friendly and PDF

mercoledì 10 ottobre 2012

IRISBUS: LA PAROLA ALLA RESISTENZA OPERAIA


«Gli operai sono il nostro nemico numero uno»!


Gli operai della Irisbus a Palazzo Chigi
di Daniela Di Marco

 Chi ha pronunciato questa frase? Marchionne, diranno alcuni, o forse la Marcegaglia. Errato. A pronunciarla, con un tono tra l’arrabbiato e il triste, sono stati i compagni di «Resistenza Operaia» della Irisbus Iveco di Valle Ufita (Irpinia), l’unico stabilimento in Italia che produceva autobus non inquinanti per il trasporto pubblico, e che la società capogruppo Fiat Industrial ha chiuso senza tenere in alcun conto i 700 lavoratori e le loro famiglie, oltre che le migliaia di addetti dell’indotto.

Continua »

Print Friendly and PDF

martedì 9 ottobre 2012

A LEZIONE DI GRECO

Atene: 9 ottobre 2012
Fatevi un esame di coscienza

Malgrado ogni manifestazione fosse vietata almeno 100mila cittadini sono sfilati ad Atene fin sotto il Parlamento. Scontri erano in corso fino al tardo pomeriggio. Decine i feriti e gli arresti. 

Continua »

Print Friendly and PDF

PER UN NUOVO MOVIMENTO ANTICAPITALISTA

Costruire le Consulte Popolari

di Francesco Salistrari*

«Il riformismo, come movimento filosofico, politico e culturale, ha esaurito la sua funzione storica. Il fatto che la sinistra mondiale, in quanto espressione culturale e politica generale, abbia completamente abbandonato la propria prerogativa anticapitalista per “approdare” a posizioni

Continua »

Print Friendly and PDF

lunedì 8 ottobre 2012

KEYNES E MARX A CONFRONTO

J.M. Keynes e Carlo Marx
La crisi capitalistica cause e soluzioni

di Moreno Pasquinelli


Premessa

L’attuale crisi sistemica del capitalismo occidentale sta mandando in pezzi la scuola monetarista di Milton Friedmann e con essa l’ortodossia liberista e i suoi due massimi assiomi.  Il primo è di natura squisitamente filosofica e consiste in questo: ogni uomo, perseguendo egoisticamente la propria felicità contribuirebbe a realizzare quella di tutti. Il secondo, di carattere economico, considera il mercato  il sistema che meglio di ogni altri contribuisce alla ricchezza generale e alla sua equa distribuzione.

Continua »

Print Friendly and PDF

sabato 6 ottobre 2012

Debito, Unione europea, moneta unica

Giorgio Cremaschi
C'è bisogno di un nuovo soggetto politico e sociale, c'è bisogno di un nuovo programma di fase

di Giorgio Cremaschi*

Nei giorni 21 e 22 settembre scorsi si è svolto a Roma un seminario politico-teorico nazionale del Comitato No Debito (vedi resoconto). Di seguito l'intervento di Giorgio Cremaschi, che ha tentato di indicare un piano di sintesi e convergenza possibile tra le varie posizioni riguardo alle questioni dirimenti dell'analisi di fase, dell'Unione europea, dell'euro e quindi dei compiti del Comitato
.

Continua »

Print Friendly and PDF

giovedì 4 ottobre 2012

MPL (41): TUTTI ALLA MANIFESTAZIONE DEL 27/10...


... ma NON torniamo a MANI vuote

Segreteria nazionale pro-tempore del Mpl 


Il Movimento Popolare di Liberazione parteciperà alla manifestazione nazionale contro il Governo Monti del 27 ottobre. La nostra adesione è decisa, e faremo il massimo affinché sia un grande successo.

Continua »

Print Friendly and PDF

ELEZIONI REGIONALI SICILIANE 2012


La sfida dei Forconi

Sottoscrivi qui per la lista della rivolta siciliana

di Daniela Di Marco

"Qui si fa l'Italia o si muore" è lo slogan che Grillo ha "inventato" per portare voti alla lista M5S in vista delle prossime elezioni siciliane. In verità si tratta di un plagio poiché, come i siciliani sanno, è uno slogan del Movimento dei Forconi (vedi foto sotto). Ma la cosa è sintomatica. Una delle cose che ci diranno le elezioni in Sicilia è chi, tra Forconi e M5S, riuscirà meglio a rappresentare la rabbia diffusa. Con una sostanziale differenza però: che i "grillini" sono un movimento di plastica mentre i Forconi, nati da una sollevazione di massa, sono una parte, la più genuina e combattiva, del popolo siciliano.

Continua »

Print Friendly and PDF

mercoledì 3 ottobre 2012

DIAGNOSI SBAGLIATA, CURA SBAGLIATA

Così possiamo salvare capra e cavoli

di Sergio Cesaratto*

L'amico e compagno Cesaratto denuncia l'euro (quindi la perdita di sovranità monetaria) come una delle cause del disastro economico italiano. Sostiene però che si dovrebbe salvare capra e cavoli (la moneta unica e la qualità della vita del popolo lavoratore). Per quanto aleatoria, questa possibilità andrebbe perseguita. Come? Col salto verso un'Europa effettivamente federale (stile USA) e solidale. Il ragionamento ci pare difettoso, non solo perché non afferra le cause genetiche della crisi storico-sistemica del capitalismo occidentale. Finisce per considerare come "progressista" l'edificazione di un super-Stato che sarebbe non solo capitalista ma ultra-imperialista.

Continua »

Print Friendly and PDF

martedì 2 ottobre 2012

Er Batman ha rubato un milione e mezzo

Monti mille volte tanto

le pecore ladre e i lestofanti al governo

di Leonardo Mazzei

Ecco un tema scabroso, al quale i più si sottraggono. Eppure è proprio lì che ci vogliono inchiodare. Secondo la vulgata, questa sì populistica, la situazione sarebbe

Continua »

Print Friendly and PDF

EURO: E SE USCISSERO I TEDESCHI?


Martin Wolf
«Perché l’uscita dall’euro è un’opzione per la Germania»

Di Martin Wolf*

L'ha detto Berlusconi, e si son messi a ridere. In verità anche a sinistra c'è chi sostiene che sarebbe meglio se la Germania uscisse dall'euro. Lo pensa Martin Wolf, uno dei più noti giornalisti economici inglesi, anche se ritiene che l'establishment politico tedesco tenterà di tenere in vita l'euro ad ogni costo. Come che sia se ne discute perché non c'è un economista serio che non affermi che l'euro è destinato ad implodere.

Continua »

Print Friendly and PDF

lunedì 1 ottobre 2012

ARGENTINA: UN CASO (DA MANUALE) DI SOVRANITÀ MONETARIA

Cristina Kirchner

Ecco perché il Fmi vuole punire l'Argentina

di Sergio Di Cori Modigliani

L'Argentina mostra come, disponendo della sovranità politica e monetaria, ovvero con lo Stato come protagonista della politica economica, si può non solo resistere alle oligarchie imperialiste, ma sfuggire alla catastrofe neoliberista.

Continua »

Print Friendly and PDF

Google+ Followers

Lettori fissi

Temi

crisi (492) economia (357) euro (356) Unione europea (307) sinistra (261) finanza (219) sfascio politico (213) resistenza (192) risveglio sociale (181) internazionale (159) seconda repubblica (157) alternativa (151) teoria politica (143) elezioni (136) banche (129) Movimento Popolare di Liberazione (121) M5S (106) imperialismo (93) berlusconismo (89) Grillo (84) destra (81) antimperialismo (80) sollevazione (79) debito pubblico (75) marxismo (74) proletariato (74) sovranità nazionale (69) Mario Monti (67) democrazia (65) sindacato (55) PD (53) Rivoluzione Democratica (52) Libia (51) grecia (51) Movimento dei forconi (49) sovranità monetaria (48) fiat (47) Leonardo Mazzei (43) Stati Uniti D'America (42) Emiliano Brancaccio (38) proteste operaie (38) solidarietà (38) astensionismo (37) rifondazione (37) Moreno Pasquinelli (36) austerità (36) capitalismo (35) inchiesta (35) socialismo (34) azione (33) Coordinamento nazionale della Sinistra contro l’euro (31) Nichi Vendola (31) unità anticapitalisa (31) 9 dicembre (30) Matteo Renzi (30) costituzione (30) Siria (29) islam (29) Germania (28) egitto (28) Assemblea di Chianciano terme (27) Medio oriente (26) menzogne di stato (26) palestina (26) sionismo (26) filosofia (25) geopolitica (25) Sicilia (24) fiom (24) Alberto Bagnai (23) napolitano (23) spagna (22) moneta (21) Europa (20) Israele (20) capitalismo casinò (20) fiscal compact (20) guerra (20) Francia (19) campo antimperialista (19) Tsipras (18) bce (18) Mariano Ferro (17) Tunisia (17) default (17) ecologia (17) etica (17) liberismo (17) Chianciano Terme (16) Forum europeo (16) legge elettorale (16) Enrico Letta (15) immigrati (15) silvio berlusconi (15) 15 ottobre (14) Assisi (14) Sel (14) repressione (14) sovranità popolare (14) Syriza (13) globalizzazione (13) Cremaschi (12) Lega (12) fronte popolare (12) neofascismo (12) religione (12) 14 dicembre (11) Marcia della Dignità (11) Negri (11) cina (11) nazionalismi (11) populismo (11) Bagnai (10) MMT (10) OLTRE L'EURO (10) ambiente (10) iniziative (10) storia (10) vendola (10) Aldo Giannuli (9) Chavez (9) decrescita (9) iran (9) pace (9) sinistra sovranista (9) Algeria (8) Bersani (8) Brancaccio (8) Fiorenzo Fraioli (8) Ingroia (8) Marine Le Pen (8) Marino Badiale (8) Mirafiori (8) Vincenzo Baldassarri (8) cultura (8) keynes (8) nucleare (8) obama (8) unità anticapitalista (8) Esm (7) Forconi (7) Goracci (7) Ilva (7) MMT. Barnard (7) Movimento pastori sardi (7) Perugia (7) Pier Carlo Padoan (7) Ugo Boghetta (7) Venezuela (7) cinque stelle (7) complottismo (7) incontri (7) islanda (7) rivoluzione civile (7) scienza (7) taranto (7) Argentina (6) Bottega partigiana (6) Draghi (6) Ernesto Screpanti (6) Front National (6) Mimmo Porcaro (6) Monte dei Paschi (6) Nello de Bellis (6) Russia (6) analisi politica (6) anarchismo (6) chiesa (6) comunismo (6) golpe (6) referendum (6) umbria (6) Anguita (5) Art. 18 (5) Bruno Amoroso (5) Daniela Di Marco (5) De Magistris (5) Diego Fusaro (5) Gaza (5) Gennaro Zezza (5) Il popolo de i Forconi (5) Lavoro (5) No Monti Day (5) No debito (5) Pcl (5) Quirinale (5) Regno Unito (5) Sergio Cesaratto (5) Ucraina (5) Wilhelm Langthaler (5) camusso (5) di Pietro (5) elezioni siciliane (5) elezioni. Lega (5) europeismo (5) iraq (5) lira (5) magistratura (5) proteste (5) salari (5) salerno (5) sovranismo (5) tremonti (5) ALBA (4) Alternative für Deutschland (4) Andrea Ricci (4) Articolo 18 (4) CSNR (4) Costanzo Preve (4) Eugenio Scalfari (4) Federalismo (4) Fmi (4) HAMAS (4) Kirchner (4) Landini (4) Lucio Chiavegato (4) Mario Draghi (4) Merkel (4) Portogallo (4) Prc (4) Sefano Rodotà (4) Val di Susa (4) afghanistan (4) antifascismo (4) appello (4) arancioni (4) beni comuni (4) brasile (4) carceri (4) cipro (4) cristianismo (4) elezioni siciliane 2012 (4) filo rosso (4) governo (4) governo Renzi (4) irisbus (4) marxisti dell'Illinois (4) media (4) nazione (4) neoliberismo (4) no tav (4) pomigliano (4) presidente della repubblica (4) presidenzialismo (4) scuola (4) svalutazione (4) wikidemocrazia (4) 19 ottobre (3) Bernd Lucke (3) Bin Laden (3) CGIL (3) Casaleggio (3) Cesaratto (3) Claudio Borghi (3) Claudio Martini (3) Comitato No Debito (3) Danilo Calvani (3) Def (3) Dicotomia (3) Emmezeta (3) Felice Floris (3) GIAPPONE (3) Giorgio Cremaschi (3) Jacques Sapir (3) Karl Marx (3) Kke (3) Laura Boldrini (3) Lega Nord (3) Lupo (3) Massimo De Santi (3) Maurizio Fratta (3) Nato (3) Patrizia Badii (3) Piero Bernocchi (3) Pisapia (3) Rete dei Comunisti (3) Stato di diritto (3) Stato islamico dell’Iraq e del Levante (3) Stefano D'Andrea (3) Ttip (3) Ungheria. jobbink (3) anarchici (3) bankitalia (3) bipolarismo (3) cuba (3) debitori (3) deficit (3) finanziarizzazione (3) fratelli musulmani (3) il manifesto (3) inflazione (3) internazionale azione (3) internet (3) italicum (3) laicismo (3) legge truffa (3) liberosambismo (3) lotta di classe (3) partito (3) patrimoniale (3) ratzinger (3) sardegna (3) terremoto (3) trasporto pubblico (3) violenza (3) wikileaks (3) 11 settembre (2) 12 aprile (2) 27 ottobre 2012 (2) Abu Bakr al-Baghdadi (2) Agenda Monti (2) Alitalia (2) Antonello Cresti (2) Ars (2) Bahrain (2) Banca centrale europea (2) Barbara Spinelli (2) Beppe De Santis (2) Berretti Rossi (2) Brushwood (2) CISL (2) CUB (2) Cile (2) Contropiano (2) D'alema (2) Fidesz (2) Forza Italia (2) Francesco Piobbichi (2) Francesco Salistrari (2) Frente civico (2) Frosinone (2) Frédéric Lordon (2) Giulietto Chiesa (2) Grottaminarda (2) Hollande (2) ISIL (2) ISIS (2) Imu (2) Loretta Napoleoni (2) Magdi Allam (2) Marco Mainardi (2) Marco Passarella (2) Marocco (2) Massimo Bontempelli (2) Michele fabiani (2) Mussari (2) Oscar Lafontaine (2) Paolo Savona (2) Papa Francesco (2) PdCI (2) Pdl (2) Prodi (2) ROSSA (2) Salistrari (2) Scilipoti (2) Stato (2) Stiglitz (2) Transatlantic Trade and Investment Partnership (2) Turchia (2) UIL (2) UKIP (2) USB (2) Yemen (2) borsa (2) calunnia (2) casa pound (2) cinema (2) comitato di Perugia (2) derivati (2) diritto di cittadinanza (2) disoccupazione (2) dollaro (2) donna (2) energia (2) giovani (2) governicchio (2) indignati (2) industria italiana (2) irlanda (2) isu sanguinis (2) ius soli (2) jihadismo (2) keynesismo (2) marina silva (2) necrologi (2) paolo vinti (2) pensioni (2) piemme (2) porcellum (2) razionalismo (2) risorgimento (2) sanità. spending review (2) saviano (2) sciopero (2) sindacalismo di base (2) sinistra anti-nazionale (2) sme (2) spesa pubblica (2) tasse (2) terzo polo (2) tv (2) uniti e diversi (2) università (2) uscita dall'euro (2) uscita di sinistra dall'euro (2) xenofobia (2) 11-12 gennaio 2014 (1) 14 novembre (1) 20-24 agosto 2014 (1) 25 aprile 2014 (1) 31 marzo a Milano (1) 6 gennaioMovimento Popolare di Liberazione (1) 9 novembre 2013 (1) A/simmetrie (1) AST (1) Alavanos (1) Albert Einstein (1) Albert Reiterer (1) Alberto Montero (1) Alberto Perino (1) Alcoa (1) Alessandro Di Battista (1) Alessandro Mustillo (1) Alessandro Trinca (1) Amoroso (1) Andrew Brazhevsky (1) Angelo Panebianco (1) Angelo Salento (1) Angelo di Carlo (1) Antonio Guarino (1) Antonio Rinaldi (1) Antonis-Ragkousis (1) Ars Longa (1) Ascheri (1) Augusto Graziani (1) BRI (1) BRIM (1) Baath (1) Banca mondiale (1) Bandiera rossa in movimento (1) Basilicata (1) Belgio (1) Bielorussia (1) Bifo (1) Bilancio Ue (1) Bilderberg (1) Bini Snaghi (1) Bisignani (1) Boikp Borisov (1) Bolkestein (1) Borotba (1) Bretagna (1) Brindisi (1) Bruderle (1) Bruno Vespa (1) Bulgaria (1) CLN (1) Calabria (1) Cambiare si può (1) Cammino per la libertà (1) Cancellieri (1) Carc (1) Carchedi (1) Carmine Pinto (1) Casini (1) Cassazione (1) Claudio Maartini (1) Claus Offe (1) Consiglio europeo del 26-27 giugno 2014 (1) Corea del Nord (1) Corea del Sud (1) Corriere della sera (1) Cosenza (1) Crimea (1) Davide Bono (1) Debt Redemption Fund (1) Del Rio (1) Denis Mapelli (1) Der Spiegel (1) Die Linke (1) Dimitris Christoulias (1) Domenico Losurdo (1) Domenico Quirico (1) Donbass (1) ECO (1) Eco della rete (1) Elctrolux (1) Elinor Ostrom (1) Emmanuel Macron (1) Emmeffe (1) Enrico Grazzini (1) Erdogan (1) Eugenio Scalgari (1) F.List (1) FF2 (1) Fabiani (1) Fabriano (1) Fabrizio Tringali (1) Favia (1) Federica Aluzzo (1) Ferrero (1) Filippo Nogarin (1) Filippo Santarelli (1) Finlandia (1) Fiorito (1) Foligno (1) Francesca Donato (1) Francesco Garibaldo (1) Francesco Giuntoli (1) Fratelli d'Italia (1) Freente Civico (1) Fronte della gioventù comunista (1) Fukuyama (1) Fuori dall'euro (1) GMJ (1) Genova (1) George Soros (1) Gesù (1) Gezi park (1) Giacomo Vaciago (1) Giancarlo Cancelleri (1) Gianni Ferrara (1) Giorgio Gattei (1) Giuli Sapelli (1) Giulio Girardi (1) Giuseppe Pelazza (1) Giuseppe Travaglini (1) Giuseppe Zupo (1) Godley (1) Goldman Sachs (1) Gramsci (1) Guido Lutrario (1) Guido Viale (1) Haitam Manna (1) Haiti (1) Haver Analytics (1) Hezbollah (1) Ida Magli (1) Il tramonto dell'euro (1) Indesit (1) Italia dei valori (1) J.Habermas (1) James Holmes (1) Javier Couso Permuy (1) Jean-Claude Lévêque (1) Jean-Luc Mélenchon (1) Jean-Paul Fitoussi (1) Jens Weidmann (1) Jeremy Rifkin (1) Jorge Alcazar Gonzalez (1) João Ferreira (1) Jugoslavia (1) Juncker (1) Kostas-Kostopoulos (1) Kruhman (1) Kyenge (1) L'Aquila (1) La via maestra (1) La7 (1) Lagarde (1) Legge Severino (1) Lenin (1) Lidia Undiemi (1) Livorno (1) Logistica. Ikea (1) Luciano B. Caracciolo (1) Luciano Canfora (1) Luciano Vasapollo (1) Luciano Violante (1) Lucio Magri (1) Lucio garofalo (1) Luigi Nanni (1) Luigi Preiti (1) M5 (1) MH 17 flight paths (1) MNLA (1) Maastricht (1) Mali (1) Manuel Monereo (1) Manuel Montejo (1) Marcello Barison (1) Marchionne (1) Marco Ferrando (1) Marco Fortis (1) Margarita Olivera (1) Maria Rita Lorenzetti (1) Martin Wolf (1) Maurizio Alfieri (1) Mentana (1) Merloni (1) Michael Jacobs (1) Michele Berti (1) Mihaly Kholtay (1) Milton Friedmann (1) Mincuo (1) Moldavia (1) Monicelli (1) Morgan Stanley (1) Morya Longo (1) Nadia Garbellini (1) Naji Al-Alì (1) Nepal (1) Nethanyahu (1) Nigel Farage (1) No e-45 autostrada (1) Noam Chomsky (1) Nord Africa (1) Norma Rangeri (1) OLTRE L'EURO L'ALTERNATIVA C'È (1) Omt (1) Onda d'Urto (1) Pakistan (1) Paolo Becchi (1) Paolo Giussani (1) Paolo dall'Oglio (1) Papa (1) Partito del Lavoro (1) Patto di stabilità (1) Perù (1) Piemonte (1) Piero Ricca (1) Piero valerio (1) Pil argentino (1) Pil italiano (1) Pizzarotti (1) Poroshenko (1) Porto Recanati (1) Preve (1) Profumo (1) Puglia (1) Putin (1) Quantitative easing (1) Quisling (1) RISCOSSA ITALIANA (1) Raffaele Ascheri (1) Rapporto Werner (1) Ras Longa (1) Riccardo Achilli (1) Riccardo Bellofiore (1) Riccardo Terzi (1) Riccardo Tomassetti (1) Rizzo (1) Roberto D'Orsi (1) Roberto Musacchio (1) Rodoflo Monacelli (1) Romney (1) SInistra popolare (1) Said Gafurov (1) Salvatore D'Albergo (1) Salvini (1) Sapir (1) Sebastiano Isaia (1) Sergio Bellavita (1) Sergio Bologna (1) Six Pack (1) Slai Cobas (1) Solone (1) Sorrentino (1) Spoleto (1) Standard & Poor's (1) Stefano Fassina (1) Stefano Lucarelli (1) Stefano Musacchio (1) Storace (1) Sudafrica (1) TPcCSA (1) Terni (1) Thatcher (1) Thomas Szmrzly (1) Titoli di stato (1) Tonguessy (1) Torino (1) Transnistria (1) Trichet (1) Trilateral (1) Troika (1) Two Pack (1) UGL (1) Udc (1) Ungheria (1) Unio (1) United Kingdom Indipendent Party (1) VLADIMIR LAKEEV (1) Vagelis Karmiros (1) Veltroni (1) Viale (1) Viktor Orban (1) Viktor Shapinov (1) Vincenzo Sparagna (1) Visco (1) Vittorio Bertola (1) Vladimiro Giacchè (1) W. Streeck (1) Walter Tocci (1) Warren Mosler (1) Wen Jiabao (1) Zizek (1) Zolo (1) al-Durri (1) al-Fatah (1) alleanze (1) alt (1) amnistia (1) andrea zunino (1) apocalisse (1) aree valutarie ottimali (1) arresti (1) askatasuna (1) assemblea nazionale del 22 e 23 ottobre (1) ateismo (1) austria (1) ballarò (1) battisti (1) benessere (1) bilancia dei pagamenti (1) bonapartismo (1) bontempelli (1) carlo Sibilia (1) carta dei principi (1) censis (1) chokri belaid (1) classi sociali (1) comitato per la salvaguardia dei numeri reali (1) composizione di classe (1) corruzione (1) cristianesimo (1) david harvey (1) decescita (1) denaro (1) depressione (1) divorzio banca d'Italia Tesoro (1) elezioni anticapte (1) enav (1) enel (1) ennahda (1) estremismo (1) euroi (1) export (1) facebook (1) fallimenti (1) felicità (1) femminicidio (1) finan (1) finaza (1) fincantieri (1) fisco (1) foibe (1) fondi avvoltoio (1) forza nuova (1) gennaro Migliore (1) giacobinismo (1) giornalismo (1) gold standard (1) governabilità (1) grande coalizione (1) guerra valutaria (1) hedge funds (1) i più ricchi del mondo (1) il fatto quotidiano (1) import (1) indulto (1) internazionalismo (1) intervista (1) italia (1) kafir (1) la grande bellezza (1) legalità (1) legge del valore (1) leva (1) libano (1) liberalizzazioni (1) lula (1) maghreb (1) malaysian AIRLINES (1) mandato imperativo (1) manovra (1) marcia globale per Gerusalemme (1) massimo fini (1) materialismo storico (1) mattarellum (1) memoria (1) militarismo (1) minijobs. Germania (1) modello spagnolo (1) negazionismo (1) noE-45 autostrada (1) nobel (1) norvegia (1) occupy wall street (1) olocausto (1) operaismo (1) parti de gauche (1) partiti (1) patto del Nazareno (1) polizia (1) poste (1) povertà (1) precarietà (1) primarie (1) privatizzazioni (1) programma UIKP (1) queswjepjelezioni (1) quinta internazionale (1) rappresentanza (1) rete 28 Aprile (1) riformismo (1) risve (1) scie chimiche (1) seisàchtheia (1) seminario (1) senato (1) serbia (1) siderurgia (1) sindalismo di base (1) sinistra critica (1) social forum (1) social media (1) socialdemocrazia (1) società (1) sovrapproduzione (1) studenti (1) takfir (1) tango bond (1) tasso di cambio (1) teoloogia (1) terzigno (1) trasporto aereo (1) troll (1) uassiMario Monti (1) ueor (1) vademecum (1) valute (1) vattimo (1) vincolo di mandato (1) yuan (1) zanotelli (1) zapaterismo (1)